logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Parte a Berna il progetto V2X Swisse di Honda
Novità
Mobilità elettrica

Parte a Berna il progetto V2X Swisse di Honda

Il programma pilota prevede l'utilizzo di 50 Honda-e che supporteranno la rete elettrica attraverso la funzione V2G per un anno.

Honda ha avviato il progetto annunciato gennaio "V2X Swisse" a Berna, in Svizzera. Si tratta di un programma pilota che punta a valutare l'efficacia della ricarica bidirezionale dei veicoli elettrici V2G (Vehicle to Grid) per il supporto della rete elettrica attraverso l'immissione su quest'ultima di parte della loro carica.

Per chi non lo sapesse, le batterie dei veicoli elettrici riescono ad immagazzinare grandi quantità di energia, sufficienti ad alimentare un appartamento anche per intere giornate. Per questa ragione, alcune vetture, integrano la funzione V2G o ricarica bidirezionale. In sostanza, quando non vengono utilizzate, le auto immettono parte della carica accumulata nella rete elettrica.

Sistema di ricarica wallbox Honda Power Manager
Sistema di ricarica wallbox Honda Power Manager

Proprio alcune settimane fa abbiamo parlato del programma portato avanti da NIO in Cina che è riuscita a supportare i picchi di richiesta durante il caldo torrido di quest'anno. Si tratta di una funzionalità ancora in fase di valutazione, ma sembra che le vetture elettriche possano offrire molto più che un semplice mezzo di trasporto ecologico. Non si tratta certo di un'alternativa alle fonti rinnovabili, ma di un sistema che aiuta a stabilizzare la rete elettrica laddove si renda necessario.

A tal proposito, la società di car sharing Mobility metterà a disposizione 50 Honda-e che verranno utilizzate per comprendere gli eventuali vantaggi di questa tecnologia. Per fare ciò verranno utilizzate sia le wallbox Honda Power Manager con connettori CSS, le quali supportano V2G, sia delle wallbox sviluppate specificamente per questo scopo da EVTEC.

Honda ha anche stretto una partnership con il consorzio svizzero V2X con il quale collaborerà per trovare la migliore soluzione di impiego per questa tecnologia. Le aziende responsabili del progetto ritengono che i risultati del programma forniranno la giusta spinta per diffondere l'utilizzo della ricarica bidirezionale.

Il progetto prevede un periodo di test della durata di un anno, ma Honda ha già anticipato che se risulterà convincente, l'utilizzo delle Honda-e come fonti di energia proseguirà anche in seguito.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

SkyDrive presenta l'SD-05, un nuovo VTOL a due posti

12:39 • 28 set 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati