logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. A Venezia il primo taxi acquatico volante completamente elettrico
Novità
Mobilità elettrica

A Venezia il primo taxi acquatico volante completamente elettrico

Candela, una società svedese che si occupa della produzione di imbarcazioni completamente elettriche, ha presentato il primo aliscafo volante per il trasporto pubblico.

Candela, società svedese impegnata ormai da anni nel trasporto marittimo, ha presentato la sua prima barca “volante” capace di fluttuare sulla superficie dell’acqua: la P-8 Voyager. Si tratta di un’imbarcazione rivolta soprattutto agli operatori del trasporto passeggeri, grazie ad alcuni vantaggi specifici rispetto alle soluzioni a combustione.

A caratterizzare l’ultima opera di Candela è un sistema di propulsione simile ad altre proposte già note del produttore, basate su un powertrain completamente elettrico. Per il movimento è stato sfruttato il know-how e l’esperienza che gli ingegneri hanno accumulato dalle loro esperienze nell’industria aerospaziale, dei droni e sul software. Il controller Flight installato sulla barca consente di gestire un’altezza dallo speccio d’acqua compresa tra i 120 e i 150 millimetri.

Candela P-8 Voyager Render
Candela P-8 Voyager Render
“Avrai l’esperienza di uno scafo da 30 metri in poco più di 8 metri, davvero. Sorvolare l’acqua anche in condizioni metereologiche avverse sarà un’esperienza naturale. Potrai ammirare il panorama e infrangere le onde in totale sicurezza e silenzio. Si tratta di un nuovo livello di lusso che, oso dire, non è mai stato provato prima d’ora” ha commentato Erik Eklund, responsabile commerciale di Candela.

L’imbarcazione, infatti, viene proposta anche come alternativa alle famose gondole veneziane. La ragione è la silenziosità e una scia lasciata sullo specchio d’acqua che l’azienda ritiene non superiore a queste ultime. Caratteristica fondamentale della nuova imbarcazione è il basso livello di manutenzione pensato proprio per l’utilizzo commerciale.

Stando a quanto riportato dalla società, la P-8 Voyager è in grado di operare circa 3000 ore senza alcun tipo di manutenzione, laddove i motori a combustione ne richiedono una dopo circa 100 ore di operatività. Inoltre, la barca è completamente connessa supportando gli aggiornamenti OTA (Over-The-Air) consentendo al servizio di assistenza Candela, attivo 24 ore su 24 e sette giorni a settimana, di intervenire tempestivamente. “Il nostro obiettivo è un tempo di fermo pari a zero dovuto alla manutenzione” ha aggiunto Eklund.

Candela P-8 Voyager Render
Candela P-8 Voyager Render

A spingere la barca è il nuovo motore C-POD sviluppato da Candela appositamente per la P-8 Voyager. Un doppio motore ad immersione consente di sviluppare una potenza di 50 kW. Questi lavorano in maniera controrotante senza alcuna necessità di trasmissione tra loro, consentendo all’imbarcazione di sollevarsi lasciando la cabina molto più stabile anche in caso di vento o acque mosse.

Il motore consente una velocità di crociera di 20 nodi ed una velocità massima di 30 nodi, mentre lo scavo si solleverà automaticamente una volta raggiunta la velocità di 16 nodi. La cabina consente di ospitare fino a 6 passeggeri oltre all'equipaggio. Una volta ormeggiata la barca, il doppio motore può essere retratto e alloggiato all’interno dello scafo.

Cabina passeggeri del Candela P-8 Voyager
Cabina passeggeri del Candela P-8 Voyager

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

SkyDrive presenta l'SD-05, un nuovo VTOL a due posti

12:39 • 28 set 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati