logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Unione Europea: dal 2035 stop ai motori endotermici
Novità
Mobilità elettrica

Unione Europea: dal 2035 stop ai motori endotermici

La commissione per l'ambiente del Parlamento europeo ha votato a favore del divieto ai motori endotermici per tutti i veicoli nuovi immatricolati a partire dal 2035. L'UE aderisce così ai propositi inseriti nel pacchetto climatico "Fit for 55".

Dal 2035 le cause automobilistiche non potranno immettere nuove auto con motore endotermico nel mercato europeo. La commissione per l'ambiente di Bruxelles ha così confermato i propositi inseriti nel pacchetto climatico "Fit for 55".

Il Parlamento Europeo ha votato a favore dell'obbligo per le case automobilistiche di ridurre le emissioni medie della propria flotta del 20% entro il 2025 rispetto al 2021, del 55% entro il 2030 e del 100% entro il 2035. Allo stesso tempo, le richieste di un nuovo obiettivo provvisorio per il 2027 e un obiettivo più elevato di riduzione del 75% di CO2 per il 2030 sono state respinte. Questo punto era sostenuto dagli stati più scettici rispetto alle stringenti tempistiche del pacchetto climatico.

Il Parlamento Europeo ha votato la bozza più stringente come tempistiche per il divieto
Il Parlamento Europeo ha votato la bozza più stringente come tempistiche per il divieto

La Commissione Ue aveva presentato la proposta sul clima nel luglio 2021, ma aveva dovuto fronteggiare diverse divisioni interne, con alcuni paesi che si sono detti contrari a un limite così ravvicinato nel tempo. Il divieto, infatti, avrebbe riguardato qualsiasi veicolo a combustione interna, anche quelli che utilizzano combustibili sintetici, visto che non sarebbero comunque neutrali in termini di emissioni inquinanti come quelle di NOx.

La commissione per l'ambiente ha, tuttavia, votato la normativa nella sua versione più stringente, senza scappatoie per il 2027 o per i combustibili sintetici. La plenaria del Parlamento Ue voterà il disegno di legge della Commissione Ambiente il 7 o 8 giugno. Gli eurodeputati avvieranno quindi i negoziati con i governi dell'UE sulla legge finale.

“Questo regolamento incoraggia la produzione di veicoli a zero e basse emissioni. Creiamo chiarezza per l'industria automobilistica e stimoliamo l'innovazione e gli investimenti per i produttori di automobili", ha detto Jan Huitema, relatore della commissione per l'ambiente. “Inoltre, l'acquisto e la guida di auto a emissioni zero diventeranno più economici per i consumatori. Ciò è particolarmente importante ora che i prezzi del diesel e della benzina continuano a salire. Questo regolamento rende la guida sostenibile accessibile a tutti!”

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

CATL presenta una nuova batteria: 1.000 km di autonomia e ricarica in 5 minuti

08:00 • 25 giu 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati