logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Ford come Tesla, sistemi di accumulo per la fabbrica ad Essex
Novità
Mobilità elettrica

Ford come Tesla, sistemi di accumulo per la fabbrica ad Essex

Anche Ford utilizzerà un impianto di accumulo dell'energia attraverso moduli batteria ad alta capacità unito alla produzione con pannelli solari.

Seguendo l'esempio di Tesla, Ford utilizzerà delle batterie ad alta capacità per alimentare lo stabilimento ad Essex in Ontario. Il carmaker americano ridurrà l'impronta di carbonio di una delle sue più grandi fabbriche che si occupa della produzione dei motori a combustioneattraverso un impianto fornito da Convergent Energy and Power.

Potrebbe sembrare un ossimoro il fatto che una tecnologia simile a quella utilizzata per alimentare i veicoli elettrici sia adoperata per produrre propulsori ICE. Tuttavia, si tratta un primo passo verso la neutralità in termini di emissioni per l'intera catena produttiva.

Impianto di accumulo dell'energia di Convergent Energy and Power
Impianto di accumulo dell'energia di Convergent Energy and Power

Convergent Energy and Power fornisce un sistema di accumulo dell'energia basato sull'intelligenza artificiale. In sostanza, attraverso dei moduli batteria, l'impianto distribuisce elettricità in maniera intelligente riducendo sensibilmente le emissioni di CO2 e, soprattutto, gli sprechi. In questo modo Ford spera di contenere quindi eventuali aumenti che ricadrebbero sui consumatori.

Naturalmente, la scelta è stata dettata anche dalla recente crisi energetica che ha portato ad un forte rialzo del prezzo dei combustibili fossili. Al momento, però, solo una parte della struttura sarà alimentata dal nuovo impianto, ma non si può escludere un ulteriore espansione.

D'altro canto, non si tratta di una vera e propria novità, Tesla da anni utilizza un modello per la produzione simile a quello che alimenta le sue vetture. I sistemi di accumulo, infatti, evitano l'utilizzo dei cosiddetti "impianti di picco", ovvero centrali a combustibile fossile che entrano in funzione solo quando la richiesta energetica supera una determinata soglia.

I problemi coinvolgono chiaramente l'inquinamento provocato da queste centrali ed il costo per alimentarle. L'unione dei pannelli solaricon i sistemi a batteria consentono quindi diversi vantaggi per le aziende, ma allo stesso tempo aiutano sia l'ambiente che le comunità locali.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

Hyundai investirà 8,5 miliardi di dollari per gli EV negli Stati Uniti

10:41 • 27 gen 2023
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2023 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati