logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Elettracker, la e-bike dal passato da 90 km/h
Novità
Mobilità elettrica

Elettracker, la e-bike dal passato da 90 km/h

La Elettracker è una particolare e-bike disegnata da Giacomo Galbiati dal design vintage e performance estreme, ma che non rinuncia alla tecnologia.

Di biciclette elettriche nell'ultimo periodo ne abbiamo viste davvero tante, ma il modello sviluppato da Giacomo Galbiati è unico nel suo genere. La Elettracker è una e-bike ad alte prestazioni con un design ispirato alle motociclette del passato che combina la modernità con un aspetto retrò.

Galbiati è un designer che in passato ha già lavorato con produttori del calibro di Moto Guzzi ed i richiami alle passate esperienze nel settore motociclistico sono evidenti. A partire dal telaio hardtail accompagnato da una sella rivestita in pelle. Naturalmente trattandosi di una e-bike, la sella in questo caso sarà in grado di ospitare esclusivamente il conducente.

Vista laterale della e-bike Elettracker
Vista laterale della e-bike Elettracker

Sotto il tubo centrale, trovano posto le due batterie V-Twin-esque. Queste sono posizionate in modo analogo ai motori V-Twin dei primi modelli prodotti da Harley-Davidson o Indian risalenti al secolo scorso, come confermato dallo stesso Galbiati. L'autonomia è stata valutata per un massimo di 40 km.

I due accumulatori alimentano un motore da 2,5 kW(3,4 cavalli) capace di spingere l'e-bike a 90 km/h, una velocità a dir poco ragguardevole per una bicicletta. Il tutto si muove su due ruote da 26 pollici con cerchi a raggio, entrambe dotate di freni a disco per un arresto sicuro.

All'anteriore è stata installata una forcella ammortizzata capace di assorbire le asperità della strada. In considerazione delle velocità, però, la Elettracker è stata equipaggiata con un ammortizzatore al manubrio che consente di mantenere la bici stabile.

Manubrio della e-bike Elettracker
Manubrio della e-bike Elettracker

Il manubrio è stato rivestito in pelle ed ha una forma rivolta verso il basso, alle cui estremità trovano posto le particolari leve dei freni. Tutti i cavi, inoltre, sono stati nascosti all'interno del telaio così da mantenere l'esterno pulito e ben visibile. Infine, nonostante la natura vintage della bicicletta, non mancano tecnologie all'avanguardia che consentono di collegare tramite Bluetooth il mezzo allo smartphone con il quale gestire tutte le funzionalità.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

SkyDrive presenta l'SD-05, un nuovo VTOL a due posti

12:39 • 28 set 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati