logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Audi si prepara a realizzare la propria infrastruttura di ricarica EV
Novità
Mobilità elettrica

Audi si prepara a realizzare la propria infrastruttura di ricarica EV

Audi ha raccolto i dati relativi al suo hub pilota di Norimberga che ha ricevuto un riscontro "estremamente positivo" e si appresta a costruirne altri.

Se da un lato l'adozione dei modelli EV aumenta, dall'altro è indispensabile espandere l'infrastruttura di supporto soprattutto per la ricarica. A tal proposito, anche Audi sta pensando di realizzare i suoi hub di ricarica a partire dalla Germania, per poi esportare il progetto in altri mercati europei e globali.

Nel dicembre scorso, infatti, Audi ha realizzato un hub pilota per testare il gradimento da parte dei clienti ed avere un feedback sul suo innovativo sistema di ricarica. A differenza delle tradizionali colonnine, Audi ha realizzato dei "cubi" di ricarica al cui interno sono alloggiate le batterie esauste delle vetture di test.

Il funzionamento è piuttosto semplice, in quanto le batterie che non rispettano più le specifiche per alimentare i powertrain dei veicoli, vengono utilizzate come sistema di stoccaggio per l'energia. Questo consente di collegare le postazioni di ricarica ad una rete a bassa tensione da 200 kW, sufficiente per mantenere i cubi sempre carichi. Inoltre, i cubi sono completamente modulari, il che rende molto più semplice l'assemblaggio o eventuali riparazioni all'infrastruttura.

Hub di ricarica Audi a Norimberga
Hub di ricarica Audi a Norimberga

Naturalmente, a caratterizzare l'esperienza di ricarica Audi, c'è un servizio di ristoro premium come i suoi modelli di auto. Sopra la stazione di ricarica a Norimberga, la prima realizzata da Audi proprio per il progetto pilota, vi è un salotto dotato di bar per la distribuzione di cibo e bevande e divanetti per rilassarsi durante l'attesa. Sostanzialmente, quella che offre il carmaker tedesco non è una semplice soluzione di ricarica, ma un'esperienza in linea con la filosofia del marchio.

Con tali premesse sono stati numerosi i clienti che hanno sperimentato la soluzione di Audi e sembra che i feedback siano stati piuttosto positivi. Durante la fase pilota sono state effettuate circa 3100 ricariche con una media di 24 ricariche e un'erogazione complessiva di 800 kWh al giorno. Il numero medio di visitatori per l'hub è stato di 35 clienti ed il 60% di questi, inoltre, sono divenuti clienti abituali.

"I numeri e i feedback positivi dei clienti dimostrano che il nostro concetto di offrire infrastrutture di ricarica rapide, flessibili e premium negli spazi urbani era azzeccato" ha commentato Ralph Hollmig, project manager dell'hub Audi.

L'azienda ha quindi deciso di costruire nuovi hub, partendo dal distretto bancario e assicurativo di Zurigo, in cui verrà realizzata una struttura più compatta rispetto a quella di Norimberga, ma che offrirà gli stessi servizi ed entrerà in servizio già nella seconda metà di quest'anno. In seguito, saranno realizzate altre due strutture a Berlino e Salisburgo che andranno in funzione entro la fine dell'anno.

Entro il 2024 Audi spera di poter offrire i suoi hub in tutti i principali centri metropolitani tedeschi, per poi estendersi nel resto d'Europa così da prepararsi all'abbandono dei propulsori ICE (Internal Combustion Engine) previsto per il 2033.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

CATL presenta una nuova batteria: 1.000 km di autonomia e ricarica in 5 minuti

08:00 • 25 giu 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati