logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. ABB E-Mobility apre la fabbrica italiana di Valdarno, la più grande mai realizzata
Novità
Mobilità elettrica

ABB E-Mobility apre la fabbrica italiana di Valdarno, la più grande mai realizzata

Il produttore di caricabatterie per EV ha avviato i lavori presso il nuovo stabilimento toscano che, al momento, è il più grande mai realizzato dalla società.

ABB E-Mobility ha dato il via ai lavori nella fabbrica di Valdarno in Toscana, il sito più grande realizzato dalla società. Si tratta di uno stabilimento da ben 16.000 mq2 nel quale l'azienda svizzero-svedese ha investito oltre 28 milioni di euro e che conta più di 500 dipendenti, punto di riferimento per l'intera produzione delle colonnine di ricarica EV.

All'interno del sito italiano, infatti, verrà realizzata l'intera gamma di soluzioni per la ricarica in corrente continua che in questo modo raddoppierà la capacità produttiva di ABB E-Mobility. La fabbrica dispone di macchinari all'avanguardia e ben 7 linee di produzione che consentono di realizzare un caricabatteria ogni 20 minuti. Non mancano, poi, ben 15 strutture di collaudo che consentono di simulare fino a 400 sessioni di ricarica al giorno.

La produzione sarà automatizzata e collegata ad un sistema, sempre automatizzato, per la gestione dell'inventario che insieme consentono di ottimizzare lo stoccaggio e la distribuzione dei prodotti oltre ad una piena tracciabilità. Tuttavia, la società non ha trascurato l'aspetto della sostenibilità riducendo l'impatto ambientale ai minimi termini.

Caricabatterie EV Terra 360 di ABB E-Mobility
Caricabatterie EV Terra 360 di ABB E-Mobility

Lo stabilimento punta ad ottenere la certificazione LEED Gold, come si legge nel comunicato stampa. A tal proposito, dispone di un sistema per la raccolta dell'acqua piovana che provvede all'irrigazione. Il 100% degli scarti di produzione viene riciclato e l'intero fabbisogno energetico viene soddisfatto attraverso fonti rinnovabili, tra cui un impianto fotovoltaico da 720 MWh che previene l'emissione di 338 tonnellate di CO2 ogni anno.

Inoltre, per ottimizzare l'utilizzo dell'energia elettrica, il sito si affida a ABB Energy and Asset Manager. Si tratta di un sistema proprietario che monitora e gestisce l'assorbimento energetico di oltre 9.000 dispositivi presenti all'interno. Questo, secondo quanto riportato, fornirebbe un risparmio energetico fino al 60% rispetto alle soluzioni tradizionali.

Infine, nonostante la maggior parte dello spazio a disposizione sia stato impegnato per la produzione, non manca una sezione da 3.200 m2 dedicata alla divisione Ricerca e Sviluppo. Circa 70 degli oltre 500 dipendenti saranno impegnati nella realizzazione di soluzioni innovative, software e strumenti di gestione del ciclo di vita dei prodotti in modo da ottenere una perfetta integrazione tra il reparto R&D e la produzione.

Attualmente, ABB E-Mobility ha venduto oltre 680.000 soluzioni di ricarica e detiene oltre 350 brevetti che le hanno garantito un ruolo di spicco nel processo di transizione ecologica.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

SkyDrive presenta l'SD-05, un nuovo VTOL a due posti

12:39 • 28 set 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati