logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. 15.000 km senza alcuna colonnina di ricarica, l'esperimento australiano
Novità
Mobilità elettrica

15.000 km senza alcuna colonnina di ricarica, l'esperimento australiano

Un team di scienziati australiani conta di percorrere oltre 15.000 km alimentando la propria Tesla Model 3 utilizzando esclusivamente pannelli solari stampati.

L'università di New Castle in Australia in collaborazione con Charging Around Britain Ltd ha sviluppato il progetto Charging Around Australia. L'obiettivo è riuscire a compiere un viaggio di ben 15.097 km ricaricando una Tesla Model 3 attraverso i pannelli solari.

Un obiettivo senza dubbio ambizioso quello degli scienziati australiani che intendono promuovere una soluzione capace di eliminare ogni scetticismo sull'autonomia dei veicoli elettrici. Secondo le ricerche, infatti, questa rappresenta la maggiore preoccupazione negli automobilisti e in gran parte dei casi la ragione per cui rimangono legati alla propulsione endotermica.

Il team di Charging Auround Australia mostra i pannelli stampati
Il team di Charging Auround Australia mostra i pannelli stampati

Per l'esperimento verranno utilizzati degli speciali pannelli fotovoltaici stampati, sviluppati dal Dottor Paul Dastoor dell'Università di New Castle. Questi sfruttano la tecnologia OPV(Organic Photovoltaics) che consente di realizzare pannelli più sottili ed efficienti. Ogni pannello sarà lungo 18 metri per un totale di altrettante celle solari e verrà disteso al fianco della vettura, la succitata Tesla Model 3, nel momento in cui questa avrà bisogno della ricarica.

L'auto sarà, inoltre, accompagnata da un secondo veicolo che fungerà da casa mobile per gli scienziati e come stazione di ricerca per raccogliere dati ed effettuare esperimenti. Il test drive avrà una durata di 84 giorni ed è previsto per settembre 2022.

Tuttavia, Dastoor non si è limitato ad esprimere il proprio ottimismo sulle applicazioni attualmente possibili andando ben oltre quella che può essere la ricarica di una vettura elettrica. Ha anche commentato così:

Questo è in realtà un banco di prova ideale per ottenere informazioni su come potremmo utilizzare ed alimentare la tecnologia in ambienti remoti come, ad esempio, lo spazio.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

Unione Europea: dal 2035 stop ai motori endotermici

09:24 • 16 mag 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati