logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Dove ricaricare l'auto elettrica gratis
Come fare a
Mobilità elettrica

Dove ricaricare l'auto elettrica gratis

Quello del viaggiare in elettrico senza spendere non è un mito: è possibile ricaricare il proprio veicolo elettrico anche gratuitamente. Vediamo dove e come.

La ricarica dei veicoli elettrici può avvenire utilizzando differenti tipologie di sorgenti di elettricità: dalla presa domestica nel proprio garage ad una wallbox appositamente installata nella nostra proprietà, passando per le colonnine pubbliche di differente tipo tra corrente alternata (AC) a più bassa potenza e corrente continua (DC) o Fast. Cambia la velocità di ricarica e quindi il tempo necessario per ricaricare il nostro veicolo, oltre al costo associato per ogni kWh che viene caricato: la ricarica domestica è in genere la più economica, mentre quella con le colonnine più veloci tende ad avere il costo più elevato.

È possibile ricaricare gratis la propria vettura elettrica?

La risposta è sì: esistono soluzioni di ricarica che vengono messe a disposizione gratuitamente a chi ne vuole fare uso. In genere si tratta di colonnine installate in strutture alberghiere, centri commerciali o supermercati, più in generale in ambienti dove vi sia un forte passaggio di potenziali clienti che possono parcheggiare il proprio veicolo, usufruire della ricarica gratuita e al contempo recarsi nella struttura commerciale. Il servizio di ricarica gratuita deve quindi essere considerato un benefit per gli utenti che si recano nella struttura, così da usufruire dei differenti servizi commerciali che in essa sono messi a disposizione.

Ricarica gratuita negli hotel e nei ristoranti

Due wallbox AC installate nel parcheggio interno di un hotel
Due wallbox AC installate nel parcheggio interno di un hotel

Sempre più strutture come hotel e ristoranti sono dotate al proprio esterno, o nel garage dedicato ai clienti, di wallbox per la ricarica il cui accesso è riservato ai clienti. La ricarica è gratuita e considerata come un benefit per chi soggiorna nell’hotel o si reca al ristorante. In alcuni casi la wallbox presente non richiede alcun tipo di autenticazione per l’uso; in altri invece è necessario recarsi all’interno della struttura, segnalare la volontà di ricaricare la propria vettura così da ottenere la tessera per attivare la colonnina.


Cerca un hotel che è dotato di wallbox di ricarica gratuita per gli ospiti.

Ricarica gratis nei centri commerciali e nei supermercati

Procede in modo speculare a quanto evidenziato poco sopra per hotel e ristoranti: nei parcheggi sono presenti delle colonnine, tipicamente delle tradizionali wallbox con connessione Type-2 così da poter essere collegate a tutte le vetture elettriche, che possono essere ad accesso libero o richiedere l’attivazione con una tessera dedicata. Quest’ultima può essere richiesta al servizio clienti della struttura, in genere lasciando un proprio documento di identità e firmando una dichiarazione d’uso: la modalità da seguire viene in genere chiaramente indicata dalla struttura stessa.

Le colonnine gratuite sono in genere posizionate al piano terra dei parcheggi dei supermercati.

Ricarica gratis nelle aziende

Colonnine di ricarica pubbliche nel cortile interno di un’azienda
Colonnine di ricarica pubbliche nel cortile interno di un’azienda

Sempre più aziende mettono a disposizione dei propri dipendenti delle soluzioni di ricarica gratuite, così da poter ripristinare le batterie della propria auto mentre si è in sede a lavorare. Queste colonnine sono in genere a disposizione anche di chi è ospite dell’azienda: qualora andiate in una di esse e ci siano dei punti di ricarica a disposizione sarà sufficiente chiedere di poterle utilizzare, verificando che non vi sia una specifica procedura per la loro attivazione (ad esempio con il rilascio di una tessera per lo sblocco).

I comuni mettono a disposizione delle colonnine gratuite?

Capita, anche se è abbastanza raro, di poter sfruttare colonnine di ricarica gratuite che sono state implementate da comuni sul proprio territorio, a disposizione dei cittadini residenti e in alcuni casi anche di semplici visitatori. Le colonnine richiederanno sempre un sistema di autenticazione, che può avvenire attraverso il rilascio di una tessera da parte degli uffici preposti o con l’autenticazione attraverso una APP mobile: le istruzioni da seguire sono in genere chiaramente indicate dove la soluzione di ricarica è stata installata.

Si può ricaricare gratis anche in autostrada?

Anche in questo caso si tratta di casi rari ma esistono soluzioni di ricarica gratuite presso la rete autostradale, tipicamente all’interno delle stazioni di rifornimento. La logica con la quale queste colonnine vengono installate è la stessa di supermercati e centri commerciali: il possessore di un veicolo elettrico si ferma, ricarica il veicolo e nel frattempo si reca all’interno per usufruire dei servizi commerciali messi a disposizione dalla struttura.

Serve qualche tessera particolare?

Non ci sono regole particolari, in quanto la fornitura di ricarica gratuita viene regolamentata caso per caso da chi fornisce il servizio. Quando la colonnina è posta in area privata, come il garage di un hotel, questa è in genere ad accesso libero senza necessità di tessere o procedure di attivazioni particolari. Quando il parcheggio è pubblico, come in un supermercato o centro commerciale, possono essere implementati dei sistemi di autenticazione che in genere operano con una APP nella quale sono stati inseriti, in fase di registrazione, alcuni dati personali di identificazione.

In altri casi, come presso alcune strutture commerciali, la politica di fornitura prevede il rilascio all’utente di una tessera previa registrazione, con la quale poter sbloccare il funzionamento della colonnina.

Verifica se per accedere alla colonnina gratuita servono tessere o APP specifiche.

Quanto può essere veloce la ricarica gratuita?

In genere la ricarica offerta gratuitamente non è di tipo Fast, quindi veloce e ad alta potenza, in quanto il costo di erogazione a carico della struttura sarebbe maggiore. Esistono però alcune eccezioni: colonnine Fast da 40-50kW di potenza sono disponibili all’interno dei parcheggi di alcuni supermercati, spesso poste accanto ad altre di tipo AC a bassa potenza così da offrire maggiore flessibilità di ricarica ai clienti.

I Supercharger Tesla sono gratis?

Per chi acquista una vettura Tesla la rete Supercharger è quella di riferimento, in quanto assicura tempi di ricarica molto contenuti con potenze che con le versioni V3 e alcuni dei modelli più recenti dell’azienda americana arrivano sino a un picco di 250kW.

Stazione di ricarica Supercharger Tesla
Stazione di ricarica Supercharger Tesla

La ricarica ai Supercharger Tesla non è gratuita, con due sole eccezioni: la prima è di coloro che hanno acquistato negli scorsi anni delle vetture Tesla che l’azienda ha venduto in abbinamento alle ricariche gratuite al Supercharger. La seconda è per quei clienti Tesla che attraverso il programma Referral, grazie al quale l’acquirente di una vettura ha segnalato un possessore Tesla quale “sponsor” del suo acquisto, hanno accumulato un credito di ricariche gratuite ai Supercharger per una certa distanza in km (1.500km di ricarica gratuita per ogni referral accumulato). Il programma è stato interrotto a settembre 2021 pertanto chi ha maturato tale credito lo andrà ad esaurire alla sua scadenza naturale, dovendo in seguito pagare le ricariche ai Supercharger.

In sintesi: è possibile anche ricaricare gratis

Il possessore di un veicolo elettrico ha a disposizione diverse opzioni per la ricarica gratuita delle batterie della propria vettura: è sufficiente documentarsi, anche solo facendo una ricerca con le apposite APP per smartphone per individuare le colonnine gratuite eventualmente presenti. Recarsi ad un supermercato che fornisce questo servizio, oppure pernottare in una struttura che permette di ricaricare gratuitamente la macchina mentre si è ospiti, sono scelte che vengono fatte dal possessore di un veicolo elettrico per sfruttare al meglio le differenti forme di ricarica della propria vettura e, perché no, poter anche solo in parte viaggiare senza dover pagare direttamente la ricarica.

Articoli correlati

Come fare a
Mobilità elettrica

ADAS: quali sono i sistemi avanzati di assistenza alla guida

05:01 • 14 lug 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati