logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Luce & Gas
  3. /
  4. Energy Dome ha realizzato la prima batteria CO2 in Sardegna
Novità
Luce & Gas

Energy Dome ha realizzato la prima batteria CO2 in Sardegna

La startup italiana ha costruito la prima batteria completamente funzionante basata sulla chimica ad anidride carbonica ed è pronta alla commercializzazione della tecnologia.

Energy Dome, una startup tutta italiana, ha costruito la prima batteria al mondo basata sull’anidride carbonica (CO2) installata in Sardegna. La batteria utilizza l’anidride carbonica per generare calore e quindi energia, che viene poi stoccata per essere distribuita alle strutture circostanti.

Le ragioni per cui il primo accumulatore è stato realizzato in Sardegna sono molteplici, ma riguardano tutte la velocità di esecuzione. La batteria, infatti, è stata collocata in una zona industriale che ha consentito di utilizzare una rete elettrica preesistente, oltre allo spazio necessario per l’intero impianto.

Inoltre, la Sardegna offre un banco di prova ideale a causa della sua larga adozione del carbone per la produzione di energia. Rappresenta una delle regioni italiane con la maggiore produzione di CO2, seppur prevede di interromperne definitivamente l’utilizzo entro il 2025 e quindi entro pochi anni.

La batteria si propone come alternativa alle tradizionali soluzioni di stoccaggio basate sul litio o sul cobalto e può essere associata sia a sistemi di produzione eolici che solari. In sostanza utilizza una chimica completamente diversa dagli attuali moduli per l’accumulo di energia, indipendente da materie prime di difficile approvvigionamento. Non è necessario, infatti, alcun tipo di materiale che provenga da terre rare, il che consente di costruire la batteria praticamente ovunque.

L’obiettivo di Energy Dome è proprio quello di offrire su scala mondiale una soluzione che apra le porte all’energia sostenibile a tutti e attraverso l’utilizzo delle risorse sul territorio. Questo rende il sistema economicamente e materialmente indipendente, concedendo la possibilità di accumulare energia pulita anche nelle regioni più disagiate.

Ma come funziona esattamente la batteria a CO2? L’azienda ha rilasciato un video in cui viene mostrato il funzionamento dell’impianto in maniera anche piuttosto divulgativa. Sostanzialmente, il generatore raccoglie l’anidride carbonica dall’ambiente in forma gassosa. Un compressore provvede a comprimerla, appunto, generando calore che va ad alimentare una turbina che a sua volta genera energia. Questa viene poi stoccata e distribuita in un sistema chiuso e sigillato.

Attualmente, Energy Dome può contare su una forte rete di distributori e fornitori di componenti che garantiscono la possibilità di commercializzare l’impianto senza particolari difficoltà nella gestione della richiesta. La ragione è la succitata necessità di materiali reperibili praticamente ovunque semplificando l’acquisizione di tutto ciò che serve per realizzare l’impianto. Tra questi compaiono i nomi di A2A, con la quale Energy Dome realizzerà il primo impianto da 20 MW/5h, Barclays, Third Derivate o Novum Capital. Inoltre, ha anche stretto un accordo con Ansaldo Energia per la fornitura di componenti che serviranno alla costruzione di impianti in Italia, Germania, Medio Oriente e Africa.

In conclusione, si tratta di uno dei progetti più interessanti realizzati negli ultimi anni che, non solo consente di abbandonare le fonti fossili in favore di quelle rinnovabili ed ecosostenibili, ma permette di accedere a suddette fonti con un investimento tutto sommato contenuto e accessibile dovunque. Ragioni che supportano un’adozione a livello globale soprattutto in quei paesi per cui gli impianti complessi basati su chimiche tradizionali risulterebbero un investimento troppo esoso da affrontare.

Articoli correlati

Novità
Luce & Gas

Siemens Gamesa lancia la variante onshore delle sue RecyclableBlade

15:00 • 26 set 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati