logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Fotovoltaico
  3. /
  4. Bonus 90%: il fotovoltaico anche per singoli condòmini senza autorizzazione dell'assemblea
Incentivi
Fotovoltaico

Bonus 90%: il fotovoltaico anche per singoli condòmini senza autorizzazione dell'assemblea

La Corte di Cassazione ha confermato una sentenza del Tar Lazio che consentiva l'installazione di impianti individuali anche sulle parti comuni del condominio.

È una sentenza della Corte di Cassazione a confermare che gli impianti fotovoltaici possono essere installati anche dai singoli condòmini senza la necessità di un'autorizzazione da parte dell'assemblea di condominio. Questo consente alle unità abitative di godere del nuovo bonus 90% per l'efficientamento anche nel caso di lavori individuali.

Come ormai noto, il bonus 110% per le abitazioni che, attraverso interventi di ristrutturazione, migliorano la propria efficienza energetica di almeno due classi è stato abrogato. Al suo posto è stato approvato il bonus del 90%, sia per i condomini che per le strutture unifamiliari.

La nostra attenzione, però, va proprio al primo caso poiché fino ad ora si è ritenuto che l'approvazione dell'assemblea condominiale fosse indispensabile per l'installazione di un impianto indirizzato ad un'unica famiglia e non all'intero stabile. È stata la Corte di Cassazione, però, a confermare che questa non è necessaria ed è possibile sfruttare anche le parti in comune, naturalmente con alcune limitazioni.

Sistema a pannelli solari bifacciali
Sistema a pannelli solari bifacciali

In particolare, la sentenza 1337 del 17 gennaio 2023 rimanda all'articolo 1122 bis del codice civile che al comma 2 cita "è consentita l'installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili destinati al servizio di singole unità del condominio sul lastrico solare, su ogni altra idonea superficie comune e sulla parti di proprietà individuale dell'interessato".

L'unica prerogativa è che l'installazione dell'impianto non modifichi la struttura delle parti comuni o limiti il diritto d'uso degli altri condòmini. In tal caso andrà fatta comunicazione all'amministratore e l'assemblea dovrà raggiungere la maggiora necessaria a prescrivere i lavori come descritto al quinto comma dell'articolo 1136 (un numero di voti pari almeno alla metà degli intervenuti e ai due terzi del valore complessivo dello stabile).

In sintesi, chi volesse installare un impianto fotovoltaico per la propria casa, potrà farlo anche senza approvazione del condominio ed usufruire del bonus 90% previsto dalla legge per l'efficientamento energetico.

Articoli correlati

Incentivi
Fotovoltaico

Bonus 90%: il fotovoltaico anche per singoli condòmini senza autorizzazione dell'assemblea

13:51 • 25 gen 2023
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2023 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati