logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Volkswagen avvia ufficialmente la produzione in serie del minivan elettrico ID.Buzz
Novità
Mobilità elettrica

Volkswagen avvia ufficialmente la produzione in serie del minivan elettrico ID.Buzz

Volkswagen ha annunciato l'avvio della produzione in serie del nuovo minivan ID.Buzz, definito dall'azienda come il "Bulli del futuro".

Attraverso un comunicato stampa, Volkswagen Veicoli Commerciali ha avviato la produzione in serie del nuovo ID.Buzz, il furgone completamente elettrico erede dello storico Bulli. La realizzazione dei veicoli avverrà nello storico stabilimento di Hannover, dove verranno prodotti ben tre diversi modelli della gamma Bulli.

In un primo momento, infatti, la produzione dell’iterazione elettrica sarà limitata a sole 15.000 unità. Sarà poi dal 2023 che la produzione annua salirà a ben 130.000 veicoli, segno della fiducia che Volkswagen intende concedere al primo veicolo elettrico prodotto ad Hannover.

La ragione è dovuta non solo alla linea di produzione, allestita ex novo nel corso degli ultimi due anni nello stabilimento, che fino ad ora ha prodotto esclusivamente modelli endotermici. Oltre ai macchinari, infatti, sono necessarie anche le competenze che consentano di portare avanti la linea. A tal proposito, Volkswagen ha fatto sapere che già 4.000 dei suoi dipendenti sono stati formati sia sul veicolo che nei processi di assemblaggio.

Volkwagen ID.Buzz Pro
Volkwagen ID.Buzz Pro
“Attualmente siamo impegnati su tre diverse linee di produzione per la gamma Bulli che comprende tre diversi concetti di alimentazione in questo stabilimento. Ciò significa che la complessità genera una forte domanda sul fronte della manodopera” ha affermato Josef Baumert, membro del consiglio per la produzione e distribuzione di Volkswagen.

Come annunciato a marzo, l’ID.Buzz vedrà esordire due varianti: Pro e Cargo. Quella Pro rappresenta la soluzione rivolta al trasporto di persone, con un prezzo finale di poco superiore ai 60.000 euro. Nel caso della variante Cargo, invece, Volkswagen ha deciso di fornire un prezzo più competitivo così da attirare soprattutto i professionisti nel settore dei trasporti, con un prezzo di poco superiore ai 45.000 euro.

Seppur in una quantità limitata per il momento, l’avvio della produzione, con le relative consegne previste a partire dall’inizio dell’autunno, rappresenta senza dubbio un ottimo risultato per Volkswagen che riuscirà a fornire i veicoli con una distanza dall’acquisto piuttosto modesta. Risultato reso importante in considerazione delle difficoltà di approvvigionamento che affliggono l’intero settore.

Circa due mesi fa, infatti, la stessa Volkswagen era stata costretta ad interrompere la produzione delle vetture basate sulla piattaforma MEB. La ragione era lo scoppio del conflitto tra Russia e Ucraina che aveva tagliato fuori il principale fornitore di cablaggi, il quale aveva la sede operativa proprio nei pressi di Leoni. Sembra, quindi, che i rapporti con il nuovo fornitore proseguono secondo i tempi previsti.

“Il Bulli del futuro (soprannominato così da Volkswagen) sta salvaguardando i posti di lavoro nel nostro storico stabilimento di Hannover” ha invece commentato Stavros Christidis, presidente del comitato per il lavoro di Volkswagen.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

CATL presenta una nuova batteria: 1.000 km di autonomia e ricarica in 5 minuti

08:00 • 25 giu 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati