logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Polestar, l'espansione in Europa passa per l'Italia
Novità
Mobilità elettrica

Polestar, l'espansione in Europa passa per l'Italia

Secondo il carmaker svedese, l'ingresso nel mercato italiano sarà fondamentale per il proprio business in Europa e raggiungere gli obiettivi di espansione su scala globale.

Attraverso un comunicato stampa, Polestar ha presentato alcuni dati significativi per l'azienda ed esposto i suoi piani di crescita per il futuro. Tra i mercati in cui il carmaker svedese intende integrarsi c'è anche quello italiano nel quale farà il suo ingresso entro la seconda metà del 2022.

Polestar è una propaggine di Volvo dal 2015 impegnata nello sviluppo di sole vetture elettriche. Si tratta di automobili che uniscono le performance e la sportività che da sempre caratterizzano il marchio, all'origine scuderia privata di veicoli ad alte prestazioni, con la sicurezza e la comodità che contraddistinguono il carmaker svedese.

Plancia della Polestar 2
Plancia della Polestar 2

Al momento l'auto di punta è senza dubbio la Polestar 2, tra le elettriche più apprezzate del mercato al punto da spingere Hertz, società di noleggio, ad espandere la propria flotta con ben 65.000 modelli che verranno consegnati entro i prossimi 5 anni. Naturalmente, questo ha consentito a Polestar di espandere il proprio portafoglio a cui si aggiungeranno il SUV ad alte prestazioni Polestar 3, seguita dal nuovo SUV Polestar 4 la GT elettrica a quattro porte Polestar 5.

Attualmente, Polestar propone le sue vetture in 25 mercati e punta a raggiungere i 30 paesi a livello globale entro la fine del 2023. Tra questi c'è il mercato italiano in cui il carmaker conta di esordire già nella seconda metà di quest'anno. Una strategia che potrebbe risultare in controtendenza con quello che è il duro colpo subito dall'intero settore durante il mese di aprile rispetto allo stesso periodo del 2021.

Tuttavia, Polestar ritiene che l'Italia rappresenti un mercato strategico per l'espansione nel territorio europeo, a cui si affiancherà Israele per il Medio Oriente. L'azienda conta già 130 punti vendita attivi a livello globale ed ha programmato di raggiungere i 160 entro la fine dell'anno grazie a nuove sedi, tra cui quelle europee, che per il momento vedono confermati gli store di Londra e Madrid.

"È entusiasmante per l'intero team sperimentare questo crescente slancio nel nostro business. Gli ordini ricevuti sono a livelli record e attualmente raggiunge un run-rate annuale di 75.000 veicoli, ponendoci in una posizione di forza in attesa della normalizzazione della produzione. Inoltre, con Polestar 3 e Polestar 4 all'orizzonte, siamo pronti a svolgere un ruolo di primo piano nell'elettrificazione del segmento redditizio dei SUV premium e di grandi dimensioni. Con una capacità produttiva prevista per 2025 di oltre 160.000 veicoli l'anno per questi due modelli elettrici, avremo la capacità di scalare rapidamente il mercato e attirare nuovi clienti verso il marchio" ha commentato Mike Whittington, Head of Global Sales di Polestar.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

SkyDrive presenta l'SD-05, un nuovo VTOL a due posti

12:39 • 28 set 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati