logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Quasi l'80% delle nuove auto in Norvegia sono elettriche al 100%
Novità
Mobilità elettrica

Quasi l'80% delle nuove auto in Norvegia sono elettriche al 100%

La crescita delle vetture completamente elettriche continua irrefrenabile in Norvegia, segnando la più alta quota di mercato fino ad ora registrata.

Può sembrare una cifra attualmente impensabile, eppure in Norvegia il tasso di nuove immatricolazioni per le auto elettriche è salito al 78,7%, a scapito chiaramente di tutte le altre motorizzazioni. D'altronde è la Norvegiache attualmente sta guidando la transizione verso i veicoli elettrici.

Che fosse il paese nordeuropeo ad avanzare più rapidamente verso un trasporto privato a zero emissioni era cosa nota. Le ragioni sono diverse, a partire da un'infrastruttura di ricarica più capillare se confrontata con la proposta degli altri paesi UE alle politiche specifiche portate avanti dal governo che favoriscono l'acquisto di vetture a zero emissioni.

È naturale, quindi, che i consumatori norvegesi siano più attratti da vantaggi e agevolazioni per i veicoli BEV a scapito degli altri tipi di alimentazione. Non a caso anche le soluzioni ibride plug-inhanno subito una significativa perdita: a giugno del 2022 la vendita di PHEV ha visto un calo del 59,7% rispetto allo stesso mese del 2021.

Tirando le somme, con 11.722 vetture, le varianti 100% elettriche conquistano il 78,7% delle nuove immatricolazioni. Le vetture ibride plug-in riducono la loro quota a meno del 9% mentre le soluzioni puramente endotermiche (benzina e diesel) non raggiungono il 7% sommate insieme.

Tesla Model Y Performance
Tesla Model Y Performance

Emerge piuttosto evidente la direzione che il mercato norvegese ha intrapreso, con un passaggio alla mobilità elettrica che procede in maniera spedita, più di qualsiasi altro paese europeo. A dominare la classifica rimane incontrastata la Model Y di Tesla, tutte importate dalla Cina, mentre una brusca frenata l'ha ricevuta la Model 3 che rispetto alle 1.696 immatricolazioni di marzo, a giugno ne vede solo 139. Seguono sul podio Volkwagen ID.4 e Skoda Eniaq.

Va anche sottolineato che, così come in ogni altro mercato, le immatricolazioni complessive rispetto all'anno precedente sono diminuite. Il che significa che i volumi totali di vendita sono inferiori, in buona parte dovuti alle difficoltà di produzione e approvvigionamento che hanno ridotto le consegne.

È chiaro che in paesi come il nostro il passaggio ad una mobilità completamente elettrica sarà più graduale, anche per una scelta degli automobilisti come dimostrato dalla ricerca di AMINA di cui abbiamo già parlato. Tuttavia, l'andamento norvegese fa riflettere su un aspetto fondamentale, ovvero il supporto da parte degli enti governativi per agevolare e semplificare il passaggio alla mobilità sostenibile.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

Pronto per la Cina il nuovo SUV elettrico Avatr da 50 mila euro

13:04 • 11 ago 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati