logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Una ricerca dimostra il calo di soddisfazione dei proprietari di vetture a combustione
Novità
Mobilità elettrica

Una ricerca dimostra il calo di soddisfazione dei proprietari di vetture a combustione

L'aumento del prezzo dei carburanti ha portato i proprietari di vetture ICE a considerare il loro acquisto meno soddisfacente e, soprattutto, conveniente.

Una ricerca condotta J.D. Power denominata U.S. Automotive Performance ha evidenziato un calo di soddisfazione nei clienti che hanno acquistato una vettura a combustione. Questo ha ridotto il divario tra veicoli ICE e BEV che adesso trovano un tasso di gradimento molto vicino.

In particolare, ad incidere negativamente sulla percezione che i nuovi acquirenti hanno della vettura appena ottenuta sarebbe il costo del carburante. La ricerca, infatti, raccoglie le opinioni di 84.165 neoproprietari a 90 giorni dall'acquisto di una nuova auto, elettrica o a combustione, negli Stati Uniti.

Mentre fino a qualche tempo fa il costo del carburante, e in particolare del diesel, in rapporto all'autonomia e velocità di rifornimento era motivo di soddisfazione, la situazione adesso è radicalmente cambiata. Così come nel nostro paese, anche gli Stati Uniti hanno subito un incisivo rincaro dei prezzi per i carburanti fossili. Questo ha portato i proprietari delle auto a combustione a rivalutare il proprio acquisto, facendo scendere notevolmente il gradimento della loro vettura.

Volkswagen ID.3 EV
Volkswagen ID.3 EV

Contemporaneamente, il costo dell'energia in America non ha subito variazioni significative, lasciando sostanzialmente il prezzo della ricarica invariato. Questo ha fatto sì che anche il gradimento da parte degli automobilisti non cambiasse. I tempi di ricarica maggiori e le autonomie spesso nettamente inferiori rispetto ad un pieno di gasolio, non hanno impedito alle soluzioni completamente elettriche di mantenere un buon punteggio.

Numeri alla mano, su una scala da 1.000 punti, i veicoli a combustione ottengono un gradimento di 846 punti mentre quelli alimentati esclusivamente a batteria si fermano poco più in basso, a 838 punti. In sostanza le due soluzioni sono separate da soli 8 punti su 1.000. Gli ibridi plug-in raggiungono gli 835 punti laddove gli ibridi tradizionali si fermano a 832 punti.

Tirando le somme, sembra che nel caso dei veicoli ICE l'unica discriminante a determinarne la (in)soddisfazione sia semplicemente il prezzo alla pompa, lasciando in secondo piano tutti gli altri aspetti che li distinguono da quelli elettrici.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

Pronto per la Cina il nuovo SUV elettrico Avatr da 50 mila euro

13:04 • 11 ago 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati