logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Nunam e Audi insieme per portare la mobilità elettrica in India
Novità
Mobilità elettrica

Nunam e Audi insieme per portare la mobilità elettrica in India

Le due aziende collaboreranno per riutilizzare le batterie a fine vita delle vetture Audi come sistema di alimentazione per altri veicoli con requisiti inferiori.

Nunam e Audi hanno deciso di unire le forze per diffondere la mobilità elettrica anche in India. La società no profit si rivolgerà ad Audi per la fornitura di batterie che alimenteranno i risciò elettrici. Non è chiaro quando i primi veicoli inizieranno a circolare, ma considerando gli obiettivi di Nunam l'attesa non dovrebbe essere lunga.

Nunam, infatti, è una società senza scopo di lucro che pone le sue fondamenta nel riutilizzo delle batterie a fine vita. L'obiettivo è quello di ridurre le emissioni di CO2 naturalmente, ma anche di garantire un utilizzo completo degli accumulatori ed evitarne la dispersione nell'ambiente.

Audi, quindi, fornirà all'azienda le proprie batterie, ormai inutilizzabili sulle vetture, per alimentare i veicoli a bassa potenza. Oltre ad un vantaggio in termini ambientali, in questo modo viene garantita una seconda vita alle celle. D'altronde, l'utilizzo dei risciò risulta sempre più comune in India, a causa degli aumenti che rendono i veicoli endotermici sempre meno accessibili e convenienti.

Pacco batteria Audi
Pacco batteria Audi
"Le batterie per auto sono progettate per offrire la stessa vita utile del veicolo. Ma anche dopo l'utilizzo iniziale su una vettura, mantengono gran parte del loro potenziale. Per i veicoli con autonomia e requisiti di potenza inferiori, oltre che un peso inferiore, sono estremamente promettenti. Nel nostro progetto second-life riutilizziamo le batterie per auto elettriche nei veicoli elettrici; potete chiamarla mobilità elettrica 'lite' " ha commentato Prodip Chatterjee, co-fondatore di Nunam.

Naturalmente, per fare in modo che il progetto funzioni è indispensabile sviluppare un'infrastruttura di supporto che consenta di ricaricare agevolmente i mezzi. A tal proposito, Nunam ha intenzione di utilizzare le batterie a fine vita anche per lo stoccaggio dell'energia rendendo favorevoli all'ambiente anche i sistemi di ricarica.

Allo stato attuale, infatti, l'India rappresenta uno dei paesi con la più importante adozione del carbone per la produzione di energia elettrica. Di conseguenza, pur riutilizzando le batterie, un collegamento delle stazioni alla rete elettrica causerebbe comunque elevate emissioni di carbonio. Per questo la startup non solo si impegna a realizzare colonnine ecosostenibili, ma intende anche alimentarle con energia pulita. Per fare ciò, l'idea è quella di sfruttare i pannelli solari per raccogliere la potenza che andrà poi stoccata nelle batterie Audi, avvalendosi delle aziende partner presenti sul territorio.

"Iniziative come quelle di Nunam sono necessarie per trovare nuovi casi d'utilizzo per i rifiuti elettronici, non solo in India, ma in tutto il mondo" ha aggiunto Rudiger Recknagel, direttore della fondazione ambientale di Audi.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

Pronto per la Cina il nuovo SUV elettrico Avatr da 50 mila euro

13:04 • 11 ago 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati