logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Nissan e Mitsubishi presentano la kei-car elettrica per il Giappone
Novità
Mobilità elettrica

Nissan e Mitsubishi presentano la kei-car elettrica per il Giappone

Le due società hanno collaborato per sviluppare una piccola vettura che consentisse al mercato di massa di accedere ai veicoli EV.

Nissan e Mitsubishi hanno mostrato il risultato del lavoro congiunto per lo sviluppo di una kei-car che aprisse le porte delle EV al mercato di massa. Si tratta di una piccola auto dal costo contenuto dedicata alla mobilità urbana che consentirà a numerosi cittadini giapponesi di passare ai veicoli elettrici e ridurre le emissioni con uno sforzo economico minimo: la Nissan Sakura o Mitsubishi eK X EV.

Innanzitutto, andiamo a vedere cosa si intende per kei-car, così da comprendere il segmento in cui vanno a posizionarsi tali vetture. Si tratta di modelli molto in voga in Giappone ed elaborati proprio sulla base della struttura legislativa nipponica. In Giappone, infatti, lo spazio di parcheggio è tassato in base alle dimensioni della propria vettura e deve trovarsi a non più di 800 metri dall'abitazione.

Tuttavia, nel caso in cui la vettura sia lunga meno di 3,4 metri, larga meno di 1,48 metri ed alta meno di 2 metri, tali restrizioni non si applicano e non viene imposto alcun regime di tassazione. Entro tali specifiche rientrano le kei-car, un segmento pensato per soddisfare tali esigenze che rappresenta ben il 40% dell'intero mercato automotive nel paese del Sol Levante.

Nissan Sakura EV
Nissan Sakura EV
"La nuova Sakura segue LEAF e Ariya come un veicolo elettrico per il mercato di massa. Riteniamo che sarà un punto di svolta per il mercato giapponese e renderà i veicoli elettrici molto più accessibili ai clienti in Giappone" ha commentato Asako Hoshino, Executive Vice President di Nissan.

La vettura presenta un design compatto all'esterno, ma piuttosto spazioso all'interno considerando le dimensioni complessive. I gruppi ottici sono tutti a LED e garantiscono un'ottima visibilità in qualsiasi circostanza. Perfino il tappo del connettore di ricarica si illumina quando aperto, così da semplificarne l'utilizzo durante le ore di buio.

All'interno non manca un infotainment completamente digitale che si avvale di due display che consentono di gestire tutte le funzioni dell'auto. Dal punto di vista tecnologico sono presenti, infatti, le migliori soluzioni di assistenza alla guida sviluppate dai relativi produttori.

A spingere il veicolo ci pensa un powertrain anteriore con una potenza di 47 kW e 195 NM di coppia, capace di portare la velocità massima fino a 130 km/h. Questo è supportato da una batteria da 20 kWh che fornisce un'autonomia, secondo il ciclo WLTC Japan, di 180 km. Naturalmente, non è la soluzione più adeguata alle lunghe percorrenze, ma in ricarica rapida bastano 40 minuti per raggiungere l'80% della capacità, mentre in corrente alternata sono sufficienti 8 ore per raggiungere il 100% dal momento in cui lampeggia la spia.

Mitsubishi eK X EV
Mitsubishi eK X EV

Non manca neanche la funzionalità V2H che, attraverso la ricarica inversa, consente di alimentare sistemi esterni offrendo circa un giorno di autonomia ad un intero appartamento (in base al consumo medio di 12 kW al giorno per una famiglia giapponese).

L'auto sarà disponibile e avrà un prezzo di partenza di 2.333.100 yen che al cambio corrispondono a circa 9860 euro tasse incluse. Sottraendo gli incentivi, quindi, la vettura presenta un prezzo decisamente aggressivo per il settore EV.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

SkyDrive presenta l'SD-05, un nuovo VTOL a due posti

12:39 • 28 set 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati