logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. GM, l'accordo con SDG & E per mettere gli EV al servizio della rete
Novità
Mobilità elettrica

GM, l'accordo con SDG & E per mettere gli EV al servizio della rete

General Motors collaborerà con un nuovo fornitore di energia elettrica negli Stati Uniti per sviluppare nuove soluzioni V2X (Vehicle to Everything) per i suoi EV.

GM ha stretto un accordo con la San Diego Gas & Energy per sviluppare nuove tecnologie di supporto alla rete elettrica attraverso l'utilizzo degli EV e delle relative batterie. In particolare, la due società testeranno le soluzioni Vehicle-to-Grid (V2G), Vehicle-to-Home(V2H) e Virtual Power Plant (VPP).

GM, quindi, segue la scia di Tesla nel tentativo di proporre soluzioni che vadano oltre i semplici spostamenti a zero emissioni. L'obiettivo, infatti, è quello di strutturare un pacchetto che consenta di alleggerire il peso della richiesta energetica sulla rete locale e al contempo alternative di backup in caso di interruzioni.

L'idea nasce dalla volontà di GM di estendere a tutti l'adozione di veicoli elettrici con ricarica bidirezionale. Ultima nata in casa, infatti, è la Chevrolet Equinox EV che con un prezzo di partenza di circa 30.000 dollari prova ad espandere la platea degli acquirenti di vetture elettriche. Tuttavia, la ricarica bidirezionale è riservata ancora a pochissimi veicoli.

Vista a tre quarti della Chevrolet Equinox EV
Vista a tre quarti della Chevrolet Equinox EV

Ad ogni modo, non si tratta di una vera e propria novità per GM che stava già testando soluzioni di ricarica e sistemi di accumulo che potessero contribuire alla rete elettrica. In questo caso il carmaker spera di velocizzare i progressi su questo fronte e contemporaneamente espandere il suo business in nuovi settori.

In particolare, le due società documenteranno le migliori pratiche V2H in modo da renderne i benefici evidenti ai consumatori. Verranno create anche reti energetiche virtuali che possano supportare i fornitori di servizi pubblici e le case automobilistiche. In sostanza, il carmaker statunitense intende realizzare una piattaforma dedicata alle VPP da mettere a disposizione di terzi.

Il memorandum di intesa (MOU) firmato dalle due società mette a disposizione di GM le risorse del Dipartimento dell'Energia americano e dei suoi partner così da semplificare l'integrazione dei veicoli elettrici nella rete nazionale.

"La ricarica bidirezionale ha un enorme potenziale per aumentare la sicurezza energetica e l'affidabilità della rete del paese, oltre a supportare le possibilità economiche per le comunità di tutta la nazione" ha commentato Rima Oueid, responsabile della transazione ecologica del Department Of Energy.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

Anche Ram Trucks passa all'elettrico, il video del suo primo pick-up EV

14:25 • 09 dic 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati