logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Il nuovo aggiornamento FSD di Tesla rileva le manomissioni
Novità
Mobilità elettrica

Il nuovo aggiornamento FSD di Tesla rileva le manomissioni

A quanto pare con il prossimo aggiornamento dell'FSD non sarà più possibile ingannare la guida autonoma di Tesla.

Tesla sta per "rompere le uova nel paniere" ai furbetti del Full Self Driving: il nuovo aggiornamento rileva i dispositivi di manomissione. Stando a quanto riportato da Teslascope, l'update consente ai sistemi interni di riconoscere quando ad applicare la coppia sul volante non è il guidatore.

Per comprendere di cosa stiamo parlando, bisogna prima spiegare il funzionamento di FSD di Tesla, il quale attualmente è ancora in fase beta. Ciò significa che non è ancora certificato per una guida completamente autonoma e potrebbe esporre a rischi anche gravi. Per tali ragioni, il sistema richiede un'attenzione costante del conducente che deve poter riprendere i comandi in qualsiasi momento.

Ma come avviene? In sostanza, al guidatore è richiesto di applicare una coppia minima al volante, ovvero una forza, in modo che il sistema possa rilevare che effettivamente il conducente stia prestando attenzione durante il percorso e possa riprendere immediatamente la guida manuale.

Full Self Driving Beta di Tesla
Full Self Driving Beta di Tesla

Una parte dei possessori di Tesla, però, tende spesso ad ingannare questo sistema incastrando gli oggetti più vari (come una bottiglina d'acqua) tra le razze del volante. Tali bravate consentono di "manomettere" FSD lasciandogli credere che la forza sia applicata dal conducente, quando invece è possibile che non stia prestando alcuna attenzione.

Per evitare tutto ciò, che espone a pericoli non solo conducenti e passeggeri di una Tesla, ma anche degli altri veicoli circolanti, l'azienda avrebbe elaborato una nuova soluzione per rilevare le manomissioni. Probabilmente, è stata sfruttata la telecamera rivolta all'interno dell'abitacolo che già adesso viene utilizzata per determinare il livello di attenzione.

In questo modo, nel caso in cui il sistema individua un utilizzo improprio dell'FSD, disattiva immediatamente la funzione avvisando il guidatore. Una soluzione tutto sommato dovuta, dato che proprio di recente Tesla ha aperto l'accesso ad FSD per tutti i clienti nordamericani che hanno acquistato il pacchetto.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

Arrivano i primi Supercharger V4: Tesla ha pensato anche a CCS

08:42 • 20 mar 2023
Chi siamo
LinkedIn
LinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2023 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati