logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Ferrari, entro il 2026 solo il 40% delle vetture saranno ICE
Novità
Mobilità elettrica

Ferrari, entro il 2026 solo il 40% delle vetture saranno ICE

Per il Capital Markets Day, Ferrari ha annunciato i suoi piani per i prossimi quattro anni, accennando agli obiettivi verso la carbon neutrality prevista per il 2030.

Attraverso un comunicato stampa, Ferrari ha esposto i propri piani per i prossimi anni che porteranno avanti il progetto di elettrificazione. L’azienda ha annunciato che entro il 2026 il 60% della produzione sarà dedicata a modelli elettrici o quantomeno elettrificati. Entro il 2030, la quota salirà all’80% con il 40% di soluzioni puramente elettriche e il 40% di ibride.

L’azienda ha annunciato l’arrivo di 15 nuovi modelli tra il 2023 e il 2026 che preannunciano un restyling del proprio portafoglio. In particolare, meno del 5% di questi saranno Icon o Supercar, mentre meno del 10% sarà rappresentato dalle serie speciali. La restante parte sarà rappresentata dai modelli di gamma che offriranno tre diverse esperienze di guida.

Piano Ferrari per i nuovi modelli fino al 2030
Piano Ferrari per i nuovi modelli fino al 2030

La prima sarà naturalmente quella ICE (Internal Combustion Engine) che rappresenta la soluzione distintiva del marchio. In questo settore, Ferrari conta di sviluppare nuove tecnologie e adottare carburanti alternativi che migliorano l’efficienza energetica senza rinunciare alla “parte essenziale del patrimonio dell’azienda”.

La seconda è l’esperienza ibrida che fa del know-how acquisito nel settore della Formula 1 il fulcro di tali soluzioni, le quali Ferrari continua a vedere come le migliori per aumentare le prestazioni pure delle sue vetture. Attualmente, il listino prevede quattro modelli ad alimentazione ibrida a cui se ne aggiungeranno altri nei prossimi anni.

Infine, c’è il motore elettrico, vera novità per Ferrari che vedrà la sua prima iterazione nel 2025 in linea con la tabella di marcia preannunciata. Ferrari sottolinea che i punti in comune con il motore endotermico consentiranno di offrire l’esperienza distintiva del marchio, dal suono alle performance passando naturalmente per un’esperienza di guida che “solo una vera Ferrari può offrire”.

Plancia della Ferrari 296 GTB ibrida
Plancia della Ferrari 296 GTB ibrida

La prima vettura completamente elettrica di Ferrari avrà un pacco batteria completamente artigianale. Ferrari, infatti, acquisterà le celle per poi realizzare soluzioni personalizzate che puntano alla più alta riduzione del peso possibile integrandole nel telaio. L’azienda, infatti, sta espandendo il sito di produzione a Maranello con un e-building che si concentrerà esclusivamente sulle tecnologie per le vetture elettriche.

In particolare, Ferrari consoliderà alcune collaborazioni strategiche con partner selezionati per garantire le migliori soluzioni esistenti sia nel settore hardware che software. Inverter e batterie saranno prodotti internamente e artigianalmente e verrà inaugurato un nuovo Paint Shop che aumenterà le possibilità di personalizzazione.

Infine, il Cavallino Rampante ha anche espresso i suoi piani futuri che puntano a raggiungere le “carbon neutrality” entro il 2030. A Maranello, infatti, sono in corso i lavori per ridurre in maniera sensibile le emissioni di CO2 agendo prima di tutto sulla produzione delle vetture. Verranno installati pannelli solari per una capacità di 37 MW a cui si aggiungono 77 MW sviluppati attraverso il biometano, in aggiunta al singolo megawatt attualmente generato dalle celle a combustibile già installate.

“Continueremo ad attingere ai nostri ai nostri vantaggi competitivi: unicità e leadership tecnologica, intraprendendo azioni per raggiungere la carbon neutrality entro il 2030” ha commentato Benedetto Vigna, CEO di Ferrari.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

SkyDrive presenta l'SD-05, un nuovo VTOL a due posti

12:39 • 28 set 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati