logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Elon Musk annuncia (di nuovo) l'imminente arrivo dei Robotaxi
Novità
Mobilità elettrica

Elon Musk annuncia (di nuovo) l'imminente arrivo dei Robotaxi

In un recente intervento tenuto in Brasile, con lo scopo di annunciare l'arrivo nelle aree amazzoniche della rete Starlink, pilotata da SpaceX, Elon Musk si è lasciato sfuggire qualche dichiarazione anche su Tesla. Secondo l'imprenditore sudafricano Tesla è pronta a rilasciare il suo sistema di guida completamente autonoma, con l'arrivo dei Robotaxi previsto per la primavera del 2023.

Che le affermazioni di Elon Musk possano rientrare ogni tanto più nelle dichiarazioni di intenti, piuttosto che in impegni effettivamente realizzabili, è ormai cosa nota. È questo il caso dei Robotaxi, una promessa più volte fatta dal fondatore di Tesla, ma che fino ad ora non è stata ancora mantenuta.

D'altronde il termine "Robotaxi" indica un veicolo a guida completamente autonoma che non richiede alcuna supervisione da parte di conducenti umani. E in effetti un sistema cosiddetto FSD (Full Self-Driving) Tesla lo sta sviluppando. Tuttavia, per il momento, questo richiede inevitabilmente la presenza di un conducente a bordo che possa prendere il controllo della vettura in caso di necessità. Ragione per cui, seppur l'auto è in grado di effettuare autonomamente l'intero percorso, ancora non riesce garantire la totale affidabilità richiedendo l'attenzione di un essere umano.

Elon Musk, CEO di Tesla
Elon Musk, CEO di Tesla

Non a caso qualche anno fa, l'arrivo dei Robotaxi era già stato annunciato da Elon Musk e quantificato nella bellezza di un milione di vetture a guida completamente autonoma entro la fine di quest'anno. In un secondo momento, il CEO ha sottolineato che non si trattava di vere e proprie vetture senza conducente, ma di un milione di persone che sarebbero state impiegate nella fase di test con conducente a bordo.

In sostanza, il sistema FSD di Tesla sarebbe entrato nella fase "Beta", ovvero una fase di sviluppo finale che dovrebbe precedere l'arrivo sul mercato, ma considerando le ripetute dichiarazioni di Musk risulta difficile definire a che punto sia effettivamente. Il programma "FSD" di Tesla continua da diversi anni, un tempo nel quale Elon Musk più volte ha comunicato l'arrivo imminente saltando tutte le date fissate in precedenza.

Fare pronostici al momento è impossibile, ma non è da escludere che stavolta possa essere la data giusta. La raccolta dei dati e lo sviluppo della rete neurale in questi mesi potrebbero fornire l'ultimo passo per rendere finalmente efficace il sistema SFD di Tesla sia in termini di capacità che di affidabilità.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

CATL presenta una nuova batteria: 1.000 km di autonomia e ricarica in 5 minuti

08:00 • 25 giu 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati