logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Citroën presenta Oli, l'elettrica familiare, ma accessibile per estendere l'auto elettrica a tutti
Novità
Mobilità elettrica

Citroën presenta Oli, l'elettrica familiare, ma accessibile per estendere l'auto elettrica a tutti

Il carmaker francese ha mostrato una nuova concept car minimale, votata all'utilità, ma accessibile per ampliare la platea di clienti della mobilità elettrica.

Citroën ha presentato una nuova concept car che sposa un'idea diversa da quella comune dell'auto elettrica. Oli – pronuncia di All-ë – rappresenta una vettura familiare, accessibile e che punta tutto sul risparmio anche dei materiali utilizzati per la produzione. Tuttavia, a differenza di Ami, non sarà una vettura di produzione.

Come spiega Laurence Hansen, Direttore Prodotti e Strategia di Citroën, la Oli è una piattaforma su cui sperimentare che consente al team di trovare nuove idee ingegnose per la produzione futura. Hansen sottolinea che buona parte di ciò che si vede sulla vettura non raggiungerà la produzione, ma raccoglie numerose innovazioni che potrebbero ispirare le soluzioni future della casa.

Vista posteriore della Citroën Oli
Vista posteriore della Citroën Oli

Ma cos'ha di speciale la concept car, oltre ad un design molto vicino a quello di un Hammer, seppur più piccolo? Le prime differenze è possibile riscontrarle già nei materiali utilizzati per la realizzazione della carrozzeria, i quali vedono l'abbandono dei metalli per un più ecologico cartone ondulato riciclato modellato in una struttura a nido d'ape con lastre di rinforzo in fibra di vetro. Il tutto viene poi rivestito con resina sintetica ed uno speciale spray. Il nuovo materiale, elaborato in collaborazione con BASF, riduce il peso del 50% rispetto all'acciaio.

L'aerodinamica di certo non è il pezzo forte della vettura, ma questo è dovuto all'intenzione di Citroën di ridurre peso, costo e di conseguenza materiale utilizzato. Nonostante le sue forme, infatti, la Oli riesce a raggiungere un'autonomia di 400 km con una batteria di soli 40 kWh. La velocità massima è stata limitata a 110 km/h in modo da favorire l'efficienza alla potenza. Inoltre, grazie alla ricarica rapida è possibile recuperare dal 20% all'80% della capacità in soli 23 minuti.

Plancia della Citroën Oli
Plancia della Citroën Oli

Interessanti gli interni che eliminano il display centrale, divenuto irrinunciabile nel concetto tradizionale di veicolo elettrico. Al posto di un dispositivo dedicato all'infotainment, Citroën ha dotato il cruscotto di una docking station per il cellulare dotata di sistema di ricarica. L'azienda spiega che si tratta di un'ulteriore opportunità per ridurre costi, peso e la duplicazione di un sistema che in realtà ci accompagna già nella quotidianità.

"Dobbiamo invertire le tendenze rendendo i veicoli più leggeri, più economici e trovando modi inventivi per massimizzarne l'utilizzo. Altrimenti, le famiglie non saranno più in grado di permettersi la libertà della mobilità se i veicoli completamente elettrici diventeranno la loro unica opzione. L'Oli è una dimostrazione impressionante di come Citroën stia affrontando questi conflitti con ottimismo" ha commentato Vincent Cobée, CEO di Citroën.
Interni Citroen Oli
Interni Citroen Oli

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

Anche Ram Trucks passa all'elettrico, il video del suo primo pick-up EV

14:25 • 09 dic 2022
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2022 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati