logo tate app
ELETTRICA
Home
Categorieapri menu tariffe
Menu
  1. /
  2. Mobilità elettrica
  3. /
  4. Incredibile marcia indietro di Aptera, la ricarica rapida ci sarà (forse)
Novità
Mobilità elettrica

Incredibile marcia indietro di Aptera, la ricarica rapida ci sarà (forse)

L'azienda ha ascoltato la community decidendo di modificare il design della vettura così da abilitare la ricarica rapida, ma l'ultima parola è di Tesla.

Solo ieri abbiamo parlato delle specifiche ufficiali della Aptera Launch Edition che seppur entusiasmanti, avevano lasciato qualche perplessità sulla scelta di non includere la ricarica rapida. L'azienda ha immediatamente raccolto il feedback degli utenti e provvederà a fornirla anche sulla speciale edizione di lancio.

In realtà, si tratta più di un'intenzione che di un vero e proprio supporto assicurato e tutto dipenderà naturalmente da Tesla. La ragione è piuttosto semplice: la Aptera sfrutta il connettore NACS di Tesla e per questo dovrà essere la società di Elon Musk a fornire l'accesso per la ricarica rapida presso le sue stazioni Supercharger.

Vista frontale della Aptera Launch Edition
Vista frontale della Aptera Launch Edition

Nel frattempo, Aptera provvederà a testare le capacità di ricarica della vettura che dovrebbero raggiungere velocità comprese tra i 40 kW e i 60 kW. La startup ha anche anticipato che successivamente verrà proposto un modello con capacità da 100 kW, seppur al momento rimangono ancora ignote le tariffe.

"Aptera è sempre stata pensata come una vettura da viaggio, e ora con lo standard Fast-Charging, siamo impazienti di vedere dove arriverai con il tuo veicolo Launch Edition. Siamo davvero onorati e motivati da voi che supportate Aptera. Insieme, sposteremo i trasporti attraverso la sostenibilità del solare immaginando continuamente innovazioni e miglioramenti" si legge nell'annuncio.

D'altro canto, la vettura non è entrata ancora in produzione dato che, come abbiamo riportato ieri, Aptera ha dichiarato che sono necessari ancora 50 milioni di dollari in investimenti e quindi rimane la possibilità di applicare piccole modifiche al design. La palla passa quindi nelle mani di Tesla che dovrà esprimersi sull'accesso ai Supercharger.

Nel frattempo, la società ha rilasciato un video in cui mostra nel dettaglio come è stata sviluppata la tecnologia di ricarica rapida e in che modo verrà implementata in tutti i suoi futuri SEV.

Articoli correlati

Novità
Mobilità elettrica

Hyundai investirà 8,5 miliardi di dollari per gli EV negli Stati Uniti

10:41 • 27 gen 2023
Chi siamo
FacebookInstagramLinkedIn
FacebookInstagramLinkedIn
Tate è una Società a Responsabilità Limitata - P.IVA 03596861207 - Capitale Sociale I.V. di 408.509,29 € | Copyright ©2023 Tate s.r.l. - Tutti i diritti riservati